Imposta Webstyler come Pagina Iniziale - Set Webstyler as Home page
Aggiungi Webstyler ai tuoi Preferiti

 

sponsor


Clicca il settore che ti interessa e di cui vuoi vedere la lista degli articoli

SISTEMI OPERATIVI

TREND WEB

MARKETING

WEB WRITING

WEB STYLE

WEB DESIGN

DATABASE

ASP

PHP

Clicca il settore che ti interessa e di cui vuoi vedere la lista dei tutorial

MARKETING

WEB DESIGN

ASP

PHP

Lista Faq

Lista News

FAQ

NEWS

Vota il sondaggio !!!

Cosa manca in questo portale
Sezione Download
Libreria immagini
Libreria icone
Script php - mysql
Interviste web designer
altro (commenta)
iscriviti alla newsletter per ricevere le novità del sito comodamente nella tua casella di posta elettronica

 iscrizione

 cancellazione

La ns galleria dedicata alle opere digitali

VISITA LA GALLERIA DIGITALE

Aiutaci a far crescere Webstyler , collaborare è facile e veloce

COLLABORA 

LOGIN

Clicca per visualizzare tutti i link recensiti

Lukeonweb
DevSpy
Smart-Hue
Portfolio
Aspcode
Innoland
Sos-Ok.net
Gdesign
Guarda tutti i link

Clicca per visionare la classifica completa !

Korat Ozturan32856

Fox Comunication4139

Cherry Bomb Press1249
Classifica completa

Chi siamo .:. Cosa facciamo .:. Cosa faremo .:.

CHI SIAMO

CONTATTACI

Inserite le parole da cercare - Il metodo utilizzato di default è l'and , cioé verrano selezionate le pagine che contengono tutti i valori da Voi inseriti

Comunità Virtuale - Entra nel ns Nuovo FORUM !! Oppure in CHAT !!

FORUM

CHAT

 
 
Data : 08-05-2002 Autore : Andrea Cappello
Tipo : TutorialSettore : marketing
Titolo : Inidirizzare i ragni
     




Qualsiasi cosa facciamo, siamo noi a doverci adattare agli spider dei search engine. E' possibile però far adattare i robots alle nostre esigenze, indirizzandoli (Cloaking) all'interno del sito, a nostro piacimento.

Se foste in possesso di un dominio, è possibile creare un file di nome robots.txt che va inserito nella root principale (www.dominio.com/robots.txt). In questo file, vanno inserite le istruzioni per "governare" il ragno. Ad esempio:



* Escludere tutti i robots dai files contenuti nel dominio:

User-agent: *

Disallow: /


* Consentire l'accesso a tutti i robots:

User-agent: *

Disallow:

(è anche possibile non creare il file o lasciarlo vuoto)


* Escludere tutti i robots da una o più cartelle:

User-agent: *

Disallow: /cgi_bin/

Disallow: /secret/


* Escludere un robot (nell'esempio quello di Excite) da alcune cartelle:

User-agent: ArchitextSpider

Disallow: /cgi_bin/

Disallow: /secret/


* Escludere un robot (nell'esempio quello di Altavista) da tutti i file del dominio:

User-agent: Scooter

Disallow: /


* Lasciare passare un unico robot (nell'esempio quello di Hotbot):

User-agent: Slurp

Disallow:

User-agent: *

Disallow: /



Per conoscere i nomi dei ragni di altri motori di ricerca, rimandiamo alle pagine dei rispettivi search engines.



Se non in possesso di un dominio, esiste un meta tag ad hoc, che nonostante la minore flessibilità e potenza rispetto all'inserimento del file robots.txt consente un discreto risultato:


<meta name="robots" content="noindex, nofollow">



Il Cloaking, se usato in maniera scorretta inviando informazioni sbagliate agli indicizzatori, può portare al "banneraggio" del sito







Fonte : Studio Cappello


torna alla home page

 

v.2.0 - © Copyright 2002-06 Webstyler.it . Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale

Risoluzione ottimale 1024 x 768 

| info@webstyler.it | webmaster@webstyler.it |